E’ sbocciata la PRIMAVERA in via Moroni

0

Oggi è un giorno un po’ speciale! ..speciale perché finalmente, dopo mesi e mesi di lavoro sta per realizzarsi un piccolo, ma importante progetto che mi sta a cuore. Questa mattina abbiamo cominciato la messa a dimora di alberi ed arbusti in una trentina di grandi fioriere lungo la via Moroni che, per chi non conoscesse la mia città, è una strada del centro storico di Bergamo bassa, nel Borgo San Leonardo. La cosa mi rallegra per molte ragioni, e non solo per il fatto che in via Moroni io ci vivo da quindici anni ! Il Borgo San Leonardo è uno dei luoghi della città che conosco meglio e al quale sono più affezionata: qui in zona vivo da sempre con la mia famiglia, qui abitavano i miei nonni che arrivando da una grande città, Milano, negli anni ’50 avevano scelto la via XX Settembre nel centro di Bergamo perché il resto della città bassa, tutto  attorno alle vie del centro, allora era poco più che un paese, e solo il centro offriva le condizioni di vita e lavoro a cui erano abituati. Di tutte le strade del centro di Bergamo, però, la via Moroni anche allora non era propriamente una strada elegante, non lo è mai stata!.. era la strada che partendo dall’incrocio delle “Cinque Vie” terminava con la Porta Osio, la porta che conduceva fuori, verso Milano; una strada del centro, ma già quei tempi un po’ “periferia”.

Come dicevo, non è mai stata un luogo particolarmente elegante: da luogo del commercio e della residenza popolare, fatte poche eccezioni, ha vissuto anche in periodi recenti, anni non proprio felici dal punto di vista sociale che hanno inciso fortemente sull’attività economica che vi si svolgeva; le abitazioni, di conseguenza, avevano perso valore e denotavano poca cura e la stessa poca cura si rispecchiava sullo spazio pubblico. Poi, per fortuna, come è sempre accaduto ad ogni latitudine, il centro storico della città ha cominciato ad essere più appetibile e si è potuto recuperare un patrimonio immobiliare interessante e vario di vecchi edifici, se non sempre di grande valore architettonico, senza dubbio caratterizzati da una storia antica da preservare. Oggi la via Moroni conserva il fascino del borgo storico, ci vivono e lavorano persone legate a questi luoghi da generazioni, ma ultimamente il borgo sta anche vivendo un momento particolare, quello che mi piace definire una nuova “primavera”. Qui si sono trasferiti nuovi nuclei familiari, nuove attività commerciali di valore hanno scelto questi luoghi per presentarsi  …anche numerose persone straniere, purtroppo non sempre ben integrate….convivono con i vecchi residenti e dividono con le storiche attività commerciali, i loro commerci.

E’ stato grazie ad un incontro quasi casuale con dei giovani commercianti che con questi luoghi non avevano nessun legame, ma che li hanno scelti per la loro attività di pregio, che in questo ultimo anno mi sono ritrovata ad occuparmi di questo progetto che, per i motivi che dicevo, non ho potuto che denominare PRIMAVERA MORONI. Il loro desiderio è stato fin dall’inizio quello di proporre alla vecchia guardia di commerciantii, e ad altre realtà giovani e di qualità che stavano scegliendo la via Moroni per dare inizio alle loro attività, di impegnarsi per mostrare alla città che questi luoghi stanno cambiando, e cambiando in meglio! Qui nel borgo, dopo decenni, in effetti qualcosa si sta muovendo e, diversamente da quanto si legge sulla cronaca locale (per fortuna sempre meno!) una nuova Primavera sta sbocciando. Qui nel centro del Borgo San Leonardo, per la prima volta, commercianti e residenti uniti hanno deciso di collaborare ad un piccolo, ma significativo progetto che ha lo scopo non solo di rendere bella la via, ma soprattutto di dimostrare che attraverso la partecipazione attorno ad un ‘idea condivisa, si può costruire, tutti insieme, qualcosa di buono per l’intera comunità! ..e che solo attraverso la cura e l’attenzione possiamo trasformare, o ridare ai nostri spazi urbani, l’identità di “luoghi” condivisi.

Tutto questo è stato possibile anche grazie al contributo fattivo di residenti e commercianti, ma anche alla generosità di aziende che hanno preso a cuore il progetto contenendo i costi di forniture e manodopera ( Licini Vivai di Curno e  CTl Taglio Lamiere di Stezzano); un ringraziamento speciale al signor Ermanno.. come faremmo senza di lui in via Moroni!!

You must be logged in to post a comment